Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

  • slide02
  • slide019
  • slide13
  • slide11
  • slide10

Direzione Dipartimento Cinema

Francesco Antonio Castaldo nasce a Napoli il 5 giugno 1958. Dopo aver conseguito la maturità scientifica, contemporaneamente agli studi letterari, nel 1977 inizia la sua carriera cinematografica collaborando a soggetti e a sceneggiature con Ennio De Concini.
Nel 1979 è assistente alla regia di Steno nel film “La patata bollente”.
Nello stesso anno è aiuto regista di Pasquale Squitieri in una serie di telefilm sperimentali dal titolo provvisorio “Squadra femminile”.
Inizia così, con Squitieri, una collaborazione che, ad intervalli, dura fino al 1993.
Dal 1980 è aiuto regista di Steno del quale rimane diretto collaboratore fino al 1988.
Fra i titoli ricordiamo “Fico d’india”; “Dio li fa poi li accoppia”; “L’ombra nera del Vesuvio” (4 puntate RAI); “Big Man” (6 episodi con Bud Spencer per Canale 5), ultimo lavoro di Steno.
Ancora nel 1988 è aiuto regista di Mauro Severino nel film “Una donna tutta sbagliata” (4 puntate RAI).
Parallelamente al suo lavoro di aiuto regista continua a svolgere quello di soggettista e di sceneggiatore collaborando ancora con De Concini e con altri sceneggiatori e registi.
I suoi interessi sono rivolti anche al teatro. Nel 1986 è aiuto regista di Carlo Giuffrè in “Rispettabile Pubblico”, due atti unici di Petito con Aldo e Carlo Giuffrè.
Nello stesso anno è regista di una serie di documentari prodotti da Turi Vasile (Laser Film).
Nel 1995/96 cura la regia, con il generale Giuseppe Masini, della fiction documentaristica “I giorni della grande sfida (storia del volo dai primordi ad oggi)”, opera in 6 puntate della durata di un’ora ciascuna. Di questa stessa opera è unico regista della sesta ed ultima puntata.
Nel 1997/98 è aiuto regista di Giorgio Capitani in “Commesse”, film televisivo in 6 episodi (RAI UNO).
Nel 1998 costituisce, con Giovanni Madonna, la Madcast s.r.l., società di produzione e postproduzione audiovisivi.
Dal novembre dello stesso anno fino al 2004 dedica particolare attenzione ai back stage e alla promozione di film, fiction ed altri programmi televisivi per la RAI Radiotelevisione Italiana, di cui è ideatore, montatore e regista.
Contemporaneamente, e fino al 2007, è autore e regista di spot RAI, spot pubblicitari per Saatchi & Saatchi e per il Ministero della Salute, e film istituzionali e promozionali prevalentemente per “LUISS”: Libera Università degli Studi Sociali Guido Carli; per Pfizer Farmaceutica, e per Cesare Fiorucci S.p.A.
Dal 2007 al 2009 ha realizzato il programma televisivo “Il paese del belcanto” per Rai International, 30 puntate da 30 minuti ciascuna sui teatri lirici e sulla lirica nelle città italiane, di cui è ideatore, autore e regista.

Nel 2010 realizza il suo primo film lungometraggio per il cinema: “Il sesso aggiunto”, di cui è autore del soggetto, della sceneggiatura e della regia. Questo lavoro ha comportato oltre sette mesi di provini per la scelta degli attori e nove settimane di riprese.
Regia e elaborazione Drammaturgica dell’Opera Lirica ˝RIGOLETTO˝ di Giuseppe Verdi stagione 2011/2012.
Docenza presso Kazakh National University of Arts di Astana.